INDIRIZZO SOCIO SANITARIO

 

“Arti ausiliarie delle professioni sanitarie, Ottico"


Profilo
Il Diplomato di istruzione professionale, nell’articolazione “Arti ausiliarie delle professioni sanitarie, Ottico” dell’indirizzo Servizi socio-sanitari, possiede le competenze di ottica ed oftalmica necessarie per realizzare, nel laboratorio oftalmico, ogni tipo di soluzione ottica personalizzata e per confezionare, manutenere e commercializzare occhiali e lenti,nel rispetto della normativa vigente.
È in grado di:
• utilizzare in modo adeguato materiali, leghe, strumentazioni e tecniche di lavorazione
e ricostruzione indispensabili per preparare ausili e/o presidi sanitari con
funzione correttiva, sostitutiva, integrativa ed estetica per il benessere della persona;
• utilizzare gli strumenti informatici di ausilio al proprio lavoro, nella tecnica professionale e nella gestione dei dati e degli archivi relativi ai clienti;
• applicare le norme giuridiche, sanitarie e commerciali che regolano l’esercizio della professione;
• dimostrare buona manualità e doti relazionali per interagire positivamente con i clienti.


A conclusione del percorso quinquennale, il diplomato nell’articolazione consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze.
1. Realizzare ausili ottici su prescrizione del medico e nel rispetto della normativa vigente.
2. Assistere tecnicamente il cliente, nel rispetto della prescrizione medica, nella selezio ne della montatura e delle lenti oftalmiche sulla base delle caratteristiche fisiche, dell’occupazione e delle abitudini.
3. Informare il cliente sull’uso e sulla corretta manutenzione degli ausili ottici forniti.
4. Misurare i parametri anatomici del paziente necessari all’assemblaggio degli ausili ottici.
6. Utilizzare macchine computerizzate per sagomare le lenti e assemblarle nelle montature in conformità con la prescrizione medica.
7. Compilare e firmare il certificato di conformità degli ausili ottici nel rispetto della prescrizione oftalmica e delle norme vigenti.
8. Definire la prescrizione oftalmica dei difetti semplici (miopia e presbiopia, cone sclusione dell’ipermetropia, astigmatismo e afalchia).
9. Aggiornare le proprie competenze relativamente alle innovazioni scientifiche etecnologiche, nel rispetto della vigente normativa.

Tirocinio: Gli Studenti Degli Ultimi Due Anni Effettuano Esperienze Di Lavoro Presso Strutture Professionali Che Consentono Un Primo Contatto Con Il Mondo Del Lavoro, Permettendo Un Continuo Aggiornamento Nel Campo Dell'ottica Applicata

Prosecuzione Degli Studi: Dopo Il Quinto Anno, L'ottico Può Accedere A Tutti I Corsi Universitari E Para-Universitari.